Nel 1900 veniva fondata a Matelica da p. Candido Mariotti la Biblioteca francescana ad uso dei Frati minori marchigiani. Tra il 1934 e il 1935 la collezione venne trasferita nel nuovo complesso conventuale di Falconara Marittima per volontà del provinciale p. Ferdinando Diotallevi. La Biblioteca venne aperta al pubblico e, nel 1950, dotata di un primo catalogo completo. In seguito, sotto la direzione di p. Giacinto Pagnani e p. Bernardino Pulcinelli la Biblioteca accrebbe i propri fondi specializzandosi non soltanto in francescanesimo ma anche in storia locale. Dal 2003 l’intero patrimonio librario e l’archivio provinciale sono ospitati nella nuova struttura annessa al convento di S. Antonio.

Presso la Biblioteca vengono versati i libri dei conventi non più gestiti dall’Ordine e quelli appartenuti ai religiosi della famiglia marchigiana.